Art e Dossier

Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg
Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg

Art Gallery

Maja Gasperin: biografia

maja, in arte Miss May, era una strana ragazzina che scappava da se stessa e tutti coloro che tentavano di avvicinarsi troppo. da piccolina scopre le bacchette magiche chiamate matite colorate e si innamora. nei suoi primi anni "teen" si sente come una donna ululante di cent'anni ma nessuno può mai sentire le sue urla perchè lei prende la parte di chi porta milioni di maschere – una per ogni altra persona. come cresce si rende conto dell'esistenza d'un santuario nella sua mente che non ha niente a che fare con la realtà, un vasto oceano delle emozioni destinato a non esaurirsi mai. impara l'arte gentile della sofferenza, la sua anima tormentata la porta a trasmettere la sua ira su tela...il suo unico modo di esprimersi da sempre. la sua arte è il suo amore. Il suo amore è la sua vita. continua a esplorare la mente umana per sentirne i benefici in ogni sua forma e deviazione. nel centro della sua ricerca come sempre anche il corpo femminile, androgino, quasi mai maschile. convinta fin da piccola che essere una femmina è in effetti una punizione ed un buon motivo per autodistruzione tramite la sua arte quindi cerca di scoprire quanto di tutto ciò sarà in effetti vero. la sua passione tira fuori il peggio di lei il che viene eloquentemente trasformato nelle immagini intrappolate per sempre nelle sue tele. è arrabbiata, sottile, attenta, aperta, diretta, emotiva, crudele, con la propria ragione e un motivo da perseguire. i suoi quadri parlano per lei e di lei. i suoi quadri la liberano dalla unica vera ossessione della sua vita...il sangue. il segno vitale del corpo morente, l'elisir del desiderio esteso tra i due amanti, l'irrefrenabile impulso che uno deve possedere per andare avanti quotidianamente, l'intricata bellezza di una sola goccia di emoglobina che appare dal luogo dove riposano i segreti...lei ha bisogno e lei nutre. e prova gioia di tutto ciò.

Opere