Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Adorazione dei pastori

Episodio raccontato nel Vangelo di Luca, l’adorazione dei pastori segue l’annuncio della nascita del Messia portato dall’arcangelo Gabriele ai guardiani degli armenti che pernottavano nei campi. La scena compare da sola verso la fine del XV secolo, inizialmente in area nordica. I pastori, inginocchiati o in piedi, col cappello in mano, circondano il Bambino e lo adorano. Spesso sono in tre e, per analogia con l’Adorazione dei magi, portano doni rustici, come agnelli, simbolo del sacrificio, non menzionati nel Vangelo. Alcune volte l’agnello può essere trasportato sulle spalle alla maniera del Buon pastore. Dietro il gruppo principale altri pastori possono suonare zampogne, flauti, zufoli. Questa rappresentazione nasce dalle tradizioni pastorali e dalla consuetudine in alcune zone di suonare questi strumenti a Natale davanti alle immagini della Natività.