Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Andata al Calvario

L'episodio è descritto nei quattro Vangeli. Dopo la flagellazione e la derisione da parte dei soldati romani, Gesù fu condotto fuori dalla casa di Ponzio Pilato con in capo una corona di spine e si avviò verso il Golgota portando la croce sulle spalle. Secondo il racconto dei Vangeli sinottici e anche secondo la tradizione della Chiesa d'Oriente fu invece un certo Simone di Cirene a portare la croce per Gesù. Le due versioni trovano un accordo nell'iconografia che rappresenta Gesù, estenuato, mentre si accascia al suolo e Simone di Cirene si reca in suo soccorso. Nell'arte dal secolo XV in poi la croce si fa sempre più massiccia, a simboleggiare il peso che il cristiano deve sopportare durante la sua esistenza. Una piccola folla lo accompagna al Golgota: oltre ai soldati romani con i vessilli del Senato, le lance e gli strumenti della Passione, ci sono alcuni dei suoi discepoli, Pietro, Giovanni evangelista e Giacomo maggiore, i due ladroni che verranno crocifissi con lui, la Vergine e le tre Marie. Un altro personaggio compare nell'iconografia a partire dall'inizio del secolo XV: la cosiddetta Veronica, il cui nome in realtà deriva dal fatto che ella avrebbe prestato a Gesù un fazzoletto per tergere il suo sudore e che su questo si impresse la forma del suo volto (la "vera ikon").