Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Ingresso a Gerusalemme

Si tratta dell’aperto riconoscimento della messianità di Gesù da parte della folla, uno dei più importanti episodi che precede il racconto della Passione, riportato da tutti gli Evangelisti. In occasione della festa della Pasqua ebraica, Gesù giunto a Gerusalemme, fu accolto dalla folla di pellegrini esultanti che, insieme ai suoi discepoli, stesero i loro mantelli davanti a lui e, con in mano rami di palma, gridarono: "Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele! Osanna nel più alto dei cieli!". Egli entrò in città come un re appena consacrato, a cavallo di un’asina accompagnata dal suo puledro, affinchè s’adempisse la profezia di Zaccaria (Zc, 9, 9). Gli avversari e i farisei osservavano la scena pieni di rabbia. Tutta la città sconvolta si chiedeva: "Chi è costui?". Le folle rispondevano: "È il profeta Gesù, da Nazaret di Galilea".