Art e Dossier

AD-940X240.jpg
AD-940X240.jpg

Art Brut. L’arte dove non te l’aspetti

categoria: Kids
3 dicembre 2016 – 3 giugno 2017
Lugano, Svizzera
Museo in erba

La creazione artistica più libera e spontanea è protagonista fino a giugno della mostra in corso al Museo in erba di Lugano, Art Brut - L’arte dove non te l’aspetti, in collaborazione con la Collection de l’Art Brut di Losanna. Il concetto di Art Brut, “arte grezza”, inventato nel 1945 da Jean Dubuffet, indica le opere di creatori atipici, non raggruppabili in una vera e propria corrente artistica, spesso autodidatti, a volte internati in ospedali psichiatrici: un’arte del tutto spontanea, al di fuori da ogni stile, moda e convenzione accademica. La mostra, che ha un’impostazione ludica ed esperienziale, propone un divertente percorso interattivo, pensato proprio per i bambini, che include fantasiose combinazioni di materiali insoliti assemblati e lavorati con le tecniche più disparate, alla scoperta di un universo simbolico e narrativo davvero unico. Vero e proprio punto di riferimento per le scuole del Canton Ticino e delle regioni italiane limitrofe, il Museo in erba ha ideato diversi modi per coinvolgere gli alunni dopo la visita alla mostra: attività didattiche in galleria e in laboratorio, come l’installazione Art Brut, da realizzare in gruppo, oppure incontri in classe per approfondire i temi della mostra, come quello della diversità o dell’utilizzo di materiali di scarto, o anche la realizzazione di progetti su misura per le classi che ne fanno richiesta. Nel periodo della mostra sono inoltre numerosi i laboratori organizzati per le famiglie, alcuni attinenti ai temi della mostra, altri inerenti alla ricchissima programmazione didattica ed educativa del museo: dal baby atelier per bambini di due/tre anni, tutti i giovedì mattina, con grande spazio al gioco, ai laboratori per bambini più grandi il sabato e la domenica con approfondimenti anche multidisciplinari sulla danza e il teatro, alcuni incentrati su argomenti emersi nel percorso didattico, come L’arte dove non te l’aspetti (18 febbraio) e Un curioso ritratto, come Gaston Chaissac (27 febbraio). s