Art e Dossier

940x240-lead.jpg
940x240-lead.jpg

BIENNALE LARNACA 2018

categoria: Eventi
17 – 30 novembre 2018

Biennale Larnaca 2018, la prima biennale d’arte mai tenutasi a Cipro,  è ospitata  in tre luoghi storici di Larnaca, la '' Municipal Gallery '', il '' Pierides Museum '' e la '' Myth Factory ''. La città, una delle più antiche del mondo, ha vestigia che risalgono a più di 6000 anni fa’. Proprio da Cizio, nome dell’antica Larnaca, sbarcò ad Atene, Zenone, padre fondatore, nel 300 a.C , dello stoicismo.

 Vassilis Vassiliades, curatore della manifestazione, ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti di Perugia. Il motivo conduttore  di questa edizione inaugurale della biennale  è “Contenitore e Contenuto”, titolo filosofico  in piena sintonia con l’aria sorprendente  che si respira a Cipro, unico paese europeo dell’Asia. “L’uomo stesso è un contenitore pieno di fantasia, pensieri, memorie, associazioni e sentimenti. Senza il contenitore umano niente di tutto questo potrebbe esistere” , mi racconta Vassiliades mentre seguiamo la performance dell’artista cipriota Christina Papakyriakou.

Sono state vagliate ben 307 proposte di opere contemporanee provenienti da 37 paesi. Alla fine, sono stati selezionati 114 artisti di cui la metà non ciprioti. Ben 7 italiani sono presenti.

Una Biennale di qualità nella scena internazionale. Molto interessante è il dialogo fra antico, moderno  e contemporaneo, una conversazione lunga 6000 anni  che ha luogo al Museo Pierides, sede della più importante collezione privata di Cipro. Vicino a un’eccezionale scultura in terracotta del periodo Calcolitico (3900 a.C) raffigurante un uomo nudo che invoca Dio, troviamo il lavoro di Elysia Athanatos, “Containing light” (2018), grande contenitore in ceramica nera smaltata d’oro all’interno. Questa è Cipro: sessanta secoli di arte sublime.

Jean Blanchaert