Art e Dossier

Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg
Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg

Luisa Menazzi Moretti: Io sono / I am

categoria: Mostre
1 luglio – 1 agosto 2021
Milano
Mudec - Museo delle culture

Torna al centro dell’attenzione pubblica il progetto Io sono/I am realizzato da Luisa Menazzi Moretti (Udine, 1964) nella prima metà del 2017 in Basilicata. In quell’anno la fotografa, a più riprese, attraverso le testimonianze di richiedenti asilo e rifugiati accolti nella stessa regione e provenienti da paesi quali Nigeria, Mali, Senegal, Gambia, Eritrea, Nepal – colpiti da guerre, terrorismo, miseria, razzismo, intolleranza religiosa, odio, violenze – ha dato voce, spazio e dignità a persone costrette a scappare dai loro luoghi di origine. Un’esperienza emotivamente forte e frutto di un processo di dialogo, ascolto, riascolto delle registrazioni e trascrizione fedele delle storie dei protagonisti. Ne abbiamo parlato nel 2018 (G. Ferri, Il mio volto, la mia vita, in “Art e Dossier”, n. 352) in occasione della mostra svolta al palazzo Lanfranchi di Matera (1° marzo - 5 aprile 2018) e al Pan - Palazzo delle arti Napoli (24 ottobre - 26 novembre 2018), accompagnata da un catalogo edito da Giunti Editore (2018). 

L’esposizione allestita al Mudec, in collaborazione con FOQUS – Fondazione Quartieri Spagnoli, rientra nel ricco programma di iniziative volte a mettere in luce il talento femminile (Milano città mondo #05 La città delle donne), organizzate dal museo in perfetta sinergia con il palinsesto I talenti delle donne sostenuto e promosso dall’Assessorato alla cultura del capoluogo lombardo. Insieme a venti ritratti di grandi dimensioni, troviamo un libro di pagine non scritte con un titolo e una fotografia di copertina dedicata a ciascun protagonista, che è possibile conoscere in modo più approfondito grazie ai racconti presenti al termine del percorso espositivo. È previsto infine un video, premiato dall’International Photography Awards di New York.