Art e Dossier

940x240-26maggio.png
940x240-26maggio.png

Al via la Triennale di Bruges

categoria: Eventi
13 aprile – 1 settembre 2024

Triennale-Spaces of Possibility

Immaginare collettivamente il futuro di Bruges e valorizzare i suoi spazi pubblici è uno degli obiettivi che animano la quarta edizione della Triennale di Bruges, quest'anno intitolata Spaces of Possibility, che si terrà sino al 1° settembre nei centri storici di Bruges e Zeebrugge.  Dodici artisti e architetti sono stati invitati a pensare "al futuro" una città così ricca di storia e di passato come Bruges, partendo proprio da quelli che sono i suoi edifici storici e le sue strade, esplorandone il loro potenziale latente e offrendone una nuova prospettiva. «Come rendere nuovamente vitali i siti poco utilizzati o passati inosservati?», «Come far sì che gli edifici storici non rimangano solo fantasmi del passato, ma continuino ad avere un significato e una rilevanza anche oggi?». Sono queste alcune delle domande che hanno dato vita ai lavori degli artisti e degli architetti provenienti da tutto il mondo, che hanno creato installazioni site-specific volte a attuare nuove connessioni fisiche e mentali – tra strada e piazza, tra persone e animali, tra residenti e passanti – offrendo una possibilità di riflessione sulle sfide che una città deve affrontare. Fra gli artisti presenti Bangkok Project Studio con The tower of balance, un campanile alto diciotto metri con tre piattaforme di legno, posto idealmente a dialogo con tre torri medievali della città. Mona Hatoum con il suo suggestivo Full Swing e il duo di architetti americani SO-IL (Solid Objectives) che presentano Common Thread,un'installazione di membrana high-tech costituita di elementi stampati in 3D, tubi e tessuti segmenti realizzati con bottiglie in PET riciclate che collega due quartieri dando origine una nuovo tessuto urbano.