Art e Dossier

immagine banner.png
immagine banner.png

I capolavori dall'Aquila al Forte di Bard

categoria: Grandi Mostre
31 May – 17 November 2019

L’Aquila. Tesori d’arte dal XIII al XVI secolo

Bard
Forte di Bard

Dal 31 maggio alcune opere che furono danneggiate durante il terremoto del 2009 in Abruzzo saranno visibili presso Forte Bard in occasione dalla mostra L’Aquila. Tesori d’arte dal XIII al XVI secolo. A dieci anni dal terremoto che colpì la regione, grazie a un progetto ideato da Marco Zaccarelli, sarà dunque possibile riammirare esempi di oreficeria, sculture in terracotta, pietra e legno, dipinti su tavola e tela, provenienti da chiese aquilane e dal MUNDA - Museo nazionale d'Abruzzo, riportati al loro splendore grazie a un attento restauro. In tutto quattordici capolavori che raccontano la ricca storia artistica di quei luoghi, con esempi che vanno dal San Michele arcangelo di Silvestro dell’Aquila al San Sebastiano di Saturnino Gatti, due fra i maggiori rappresentanti del Rinascimento abruzzese. Dalla statua lignea policroma di Sant’Equizio, realizzata da Pompeo Cesura fra il 1560 e il 1570, alle tele di Aert Mytens, pittore fiammingo che alla fine del XVI secolo fu attivo per quasi dieci anni a L'Aquila lasciando opere che suscitarono l'ammirazione fra i suoi contemporanei tanto da vantare numerose copie. L'esposizione sarà visitabile fino al 17 novembre presso le nuova ala del Museo delle Alpi. Per informazioni: telefono 0125-833811, 0125-833818.