Art e Dossier

banner guggenheim.jpg
banner guggenheim.jpg

La rivista

 

Bill Viola

di Arturo Galansino

Bill Viola (New York 1951) si forma come videoartista a fianco di Nam June Paik e Bruce Nauman negli anni Settanta. In quegli anni incontra Kira Perov, che sarà sua moglie e la sua principale collaboratrice. Nel 1995 rappresenta il suo paese alla Biennale di Venezia con Buried secrets. Negli anni successivi si dedica da un lato all’approfondimento tecnico delle sue videoinstallazioni, con schermi a cristalli liquidi e al plasma, riprese simultanee; dall’altro approfondisce, attraverso le immagini che crea, temi come il passaggio vita-morte, le emozioni, il rapporto con l’arte del passato. In questo ambito, la sua ricerca si rivolge soprattutto all’arte italiana del Rinascimento.