Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Reggio Emilia: What a Wonderful World

categoria: Grandi Mostre
16 November 2019 – 8 March 2020

What a Wonderful World. La lunga storia dell’Ornamento tra arte e natura

Reggio Emilia
Palazzo Magnani

La storia dell’ornamento dall’età antica alla contemporaneità è analizzata dalla mostra What a Wonderful World che si terrà a Palazzo Magnani a Reggio EmiliaL’esposizione presenta i risultati di una ricerca che evidenzia l’importanza del genere dell’ornamento non solo dal punto di vista estetico, ma anche antropologico, filosofico e sociologico, sottolineando altresì le numerose connessioni con la quotidianità. La mostra, nata in seno a un progetto di Claudio Franzoni e Pierluca Nardoni, offre una selezione di opere che dalla preistoria arrivano sino alla contemporaneità con esempi di Dürer, Leonardo, Piranesi, Morris, Escher, Picasso, Arman, Warhol, Shirin Neshat e molti altri, che studiano le origini e gli sviluppi dell’arte dell’ornamento e della decorazione. Nelle diverse sezioni sono analizzati sia gli ornamenti presenti nel mondo naturale sia quelli usati dagli uomini nelle diverse culture: dai tatuaggi ai monili quali collane e orecchini. E ancora il motivo dell’intreccio, sino ad arrivare alla concezione attuale dell’ornamento, nata tra Ottocento e Novecento. Fra le sezioni, una è dedicata al ruolo della scrittura dove è possibile ammirare volumi antichi, ma anche abecedari, insieme a opere di Shirin Neshat, Alighiero Boetti, Pablo Picasso, mentre un’altra sezione racconta il progetto nato all’inizio del Novecento dell’Ars Canusina, condotta dalla psichiatra Maria Bertolani Del Rio (1892-1978) presso il manicomio San Lazzaro di Reggio Emilia.