Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Sulle tracce degli Etruschi a Bologna

categoria: Grandi Mostre
7 December 2019 – 24 May 2020

Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna

Bologna
Museo civico archeologico

La mostra Etruschi. Viaggio nelle terre dei Rasna, ospitata negli spazi del Museo civico archeologico di Bologna fino al 24 maggio 2020, racconta la storia e la ricchezza della cultura etrusca, offrendo al visitatore un vero e proprio viaggio nelle terre, che furono abitate da questa popolazione, che si estendevano dalle pianure del Po fino al Vesuvio. Una cospicua selezione di reperti archeologici provenienti da istituzioni italiane e straniere, permette di scoprire la grandezza dei rasna, come gli etruschi chiamavano se stessi, seguendone l'evoluzione dagli albori (fine del IX-terzo quarto dell’VIII secolo a.C.) fino al declino (IV-I secolo a.C.) e di evidenziare come in Italia ci sia, come ebbe a scrivere David Herbert Lawrence nel XIX secolo, «assai più sangue etrusco che romano, e sarà sempre così. In Italia l’elemento etrusco è come l’erba del campo, i germogli del grano: sarà sempre così». L'esposizione − che vanta un progetto scientifico a cura di Laura Bentini, Anna Dore, Paola Giovetti, Federica Guidi, Marinella Marchesi, Laura Minarini e Elisabetta Govi, Giuseppe Sassatelli − analizza inoltre la complessità del mondo etrusco delineando cinque differenti etrurie: quella meridionale, quella campana, l'etruria interna (nell'odierno territorio fra Orvieto, Perugia, Chiusi e Cortona), quella settentrionale e infine quella padana. Fra gli oggetti in mostra anche la tomba delle hydriae di Meidias, i corredi della tomba di guerriero da Volterra (Pisa) e il corredo di suppellettili di legno della tomba 142 della necropoli di via Belle Arti di Bologna