Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Taddeo di Bartolo: una mostra a Perugia

categoria: Grandi Mostre
28 May – 30 August 2020

Taddeo di Bartolo

Perugia
Galleria nazionale dell’Umbria

L’esposizione, nuovamente visitabile dopo l'emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, intitolata Taddeo di Bartolo alla Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia è la prima monografica che viene dedicata a questo protagonista del panorama artistico italiano fra Trecento e Quattrocento. L’artista (1362 circa-1422), attivo fra Toscana, Liguria, Umbria e Lazio, fu a capo dall’inizio del XV secolo della bottega più importante di Siena, sua città natale, dove ebbe modo fra l'altro di lavorare come frescante nel duomo e nel Palazzo pubblico. La mostra offre, anche grazie alla presenza di stendardi processionali e di piccole tavole di devozione privata, uno sguardo il più possibile ampio sulla produzione di Taddeo di Bartolo, ma pone un’attenzione particolare sui polittici realizzati dal maestro. Eccezionale è la ricostruzione, realizzata in occasione della mostra, della smembrata pala eseguita nel 1403 per la chiesa di San Francesco al Prato di Perugia e che in origine comprendeva almeno quarantadue campi figurati. Accanto ai tredici elementi conservati nella collezione della Galleria nazionale dell’Umbria è possibile ammirare le tavole della predella raffiguranti Storie della vita di san Francesco (Hannover, Nieder- sächsisches Landesmuseum e s’ Heerenberg, Kasteel Huis Berg) e il piccolo San Sebastiano del Museo di Capodimonte di Napoli, che probabilmente decorava uno dei piloni della carpenteria. La mostra, curata da Gail E. Solberg, è accompagnata da un catalogo Silvana Editoriale.