Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Cristo davanti ad Anna

Tra gli evangelisti solo Giovanni (18,13-24) riferisce della tappa di Gesù presso Anna che era stato sommo sacerdote prima dell’attuale Caifa, suo genero, ma che, evidentemente continuava a godere di un certo ascendente sul genero. Anna fu il primo, pertanto, a ricevere Gesù arrestato e lo interrogò riguardo ai suoi discepoli e alla sua dottrina, senza istituire, in realtà, un vero processo. Gesù rispose fecendo risaltare le ridicolaggine delle domande: "Io ho parlato apertamente al mondo. Io ho sempre insegnato nella sinagoga e nel tempio, dove si radunano tutti i Giudei e di nascosto non ho mai detto nulla. Perché mi interroghi? Interroga coloro che mi hanno ascoltato, che cosa ho detto loro. Ecco, essi sanno ciò che io ho detto". Non appena Gesù ebbe detto ciò, una delle guardie presenti gli diede uno schiaffo dicendogli: "Così rispondi al sommo sacerdote?" e Gesù rispose:"Se ho parlato male, dimostra dov’è il male. Ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?". Anna allora lo mandò, legato, dal sommo sacerdote Caifa.