Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Zeno

Morto nel 371, di origine africana, fu confessore e vescovo ed è patrono di Verona. Era celebre per i suoi sermoni e per aver fatto costruire numerose chiese; consacrò molte vergini, incentivando la diffusione dei monasteri femminili e divenne vescovo nel 362. Gregorio Magno cita un Zeno fra i martiri nei suoi Dialoghi. Egli è raffigurato come un vescovo anziano e dalla pelle scura, con i paramenti episcopali e la mitra. Il suo attributo è un pesce, che porta appeso al pastorale, simbolo del cristianesimo e che allude all'amministrazione del battesimo. Nel primo Rinascimento viene raffigurato nell'episodio in cui esorcizza il demone che possedeva la figlia dell'imperatore Gallieno.