Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Il chiostro di Santa Margherita di Treviso restaurato

categoria: Eventi
3 dicembre 2020
Treviso
Monastero di Santa Margherita

È stato completato il restauro del chiostro trecentesco del monastero di Santa Margherita a Treviso, che diventa la nuova sede per il Museo Nazionale della Collezione Salce. Il complesso fu colpito dal bombardamento di Treviso operato dalle truppe americane durante la Seconda Guerra Mondiale, e in particolare del chiostro rimase soltanto uno dei quattro lati, ridotto a macerie. Oggi questa parte risorge grazie a un accurato lavoro di anastilosi, coordinato dall’architetto Chiara Matteazzi. Le operazioni sono finanziate dal Mibact e dalla Regione Veneto per la realizzazione del Nuovo Museo Nazionale Collezione Salce, la collezione di manifesti un tempo appartenuti a Ferdinando Salce molto cara alla città di Treviso. Le poche colonne e parti architettoniche superstiti del chiostro sono state recuperate e ricollocate, mentre quelle mancanti sono state realizzate ex novo; altre parti, come le tegole, sono state reintegrate utilizzando pezzi antichi provenienti da altri edifici della città. Dalle operazioni di restauro sono emerse delle inedite tracce di affreschi della fine del Duecento, raffiguranti la Madonna in trono con bambino con Santa Margherita, Santa Caterina e un serafino ai lati. Lo spazio che corrispondeva all’antico giardino è stato invece ricoperto con uno stato di trachite e sassi di fiume e sarà destinato a ospitare manifestazioni di vario tipo.

Damiano Fantuz