Art e Dossier

immagine banner.png
immagine banner.png

Kiki Smith a Vienna

categoria: Mostre

Circa settanta opere − con un'attenzione particolare rivolta alla scultura −, realizzate negli ultimi trent'anni, sono esposte nella mostra Kiki Smith Procession, che sarà visitabile dal 7 giugno sino al 15 settembre negli spazi dell',, (www.belvedere.at). Una mostra che già dal titolo, inteso nel suo senso etimologico di procedere, impone al visitatore di riflettere sulla necessità di muoversi, di evolversi, andando avanti agendo. L'esposizione è infatti un'occasione per poter analizzare la produzione dell'artista da sempre interessata a temi quali l’identità, il rapporto tra l’uomo e la natura, tra il corpo e il mondo, gli stereotipi sessuali e alle problematiche sociali e politiche. Tematiche che per esempio traspaiono dalle sue opere degli anni Ottanta del Novecento dove affronta argomenti quali l'AIDS, il femminismo e la sessualità. Nella produzione del decennio successivo l'artista continuando a analizzare i temi cardine della sua produzione arricchisce il suo vocabolario traendo spunto da miti, leggende e religione. Le sue opere si popolano di animali quali gatti, serpenti, aquile e lupi ai quali viene assegnato una forte valenza simbolica, dando forma a immagini anche di forte impatto che divengono, come essa stessa afferma, una sorta di «tentativi di sopravvivenza» e nelle quali la Smith esprime la possibilità di auto rappresentarsi e di rappresentare le esperienze umane.