Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Lovanio: la sorpresa Dieric Bouts

categoria: Eventi
30 novembre 2020
Lovanio, Belgio

Non sapete chi è? Dieric Bouts è un pittore fiammingo del Quattrocento, allievo di Rogier van der Weyden. Era nato in Olanda attorno al 1415 ma aveva scelto di vivere a Lovanio, nelle Fiandre, dove morirà nel 1475. È lì che sposa Katharina, nota anche come “Quella coi Soldi”. Non faremo qui illazioni sulle ragioni del matrimonio e del trasferimento di Dieric, ma appena sarà possibile consigliamo di recarsi a Lovanio, alla collegiata di San Pietro, e incontrarlo. Un doppio incontro, reale e virtuale. Infatti la chiesa conserva due capolavori dell’artista: l’Ultima cena, opera che segna l’arrivo in Fiandra della prospettiva geometrica di derivazione italiana; e Il martirio di sant’Erasmo, una delle opere più pulp della storia dell’arte: il santo giace su una tavola mentre due sgherri usano un argano per svolgergli le interiora e riarrotolarle attorno a un asse orizzontale; il tutto nella più completa imperturbabilità dei protagonisti della scena. L’esperienza virtuale che completa la visita ha invece a che fare col fatto che Lovanio, in quanto Capitale europea dell’innovazione 2020, ospita qui un progetto che, grazie alla tecnologia HoloLens 2, consente di sovrapporre immagini 3D all’ambiente reale in cui ci si trova, si ha così la sensazione di interagire con le opere e le architetture, di viaggiare nel tempo e assistere ad eventi connessi alla storia della collegiata. A questo link un video di approfondimento: www.flemishmasters.com. Altre informazioni su diericbouts.be.