Art e Dossier

BANNER VALLE D'AOSTA.gif
BANNER VALLE D'AOSTA.gif

Tessuto e ricchezza, il Trecento in mostra a Firenze

categoria: Mostre
5 dicembre 2017 – 15 aprile 2018

Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura

Firenze
Galleria dell'Accademia

La mostra Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura che si terrà presso la Galleria dell’Accademia di Firenze sino al 18 marzo 2018, offre un'analisi sull'importanza dell'arte tessile a Firenze nel Trecento. Infatti la lavorazione dei tessuti, grazie all'alta qualità della lana e della seta, e all'abilità degli artigiani fiorentini, divenne ben presto la base della ricchezza della città. L'esposizione presenta un percorso che approfondisce non solo gli aspetti economici e sociali, ma anche e soprattutto quelli legati alla produzione artistica e al costume. Fra i preziosi manufatti in mostra un vestitino in lana proveniente dal National Museum di Copenhagen, confezionato a metà del XIV secolo, ritrovato in Groenlandia, che diviene l'emblema della grande diffusione che le stoffe fiorentine ebbero, una diffusione che non si limitava al solo nel Vecchio continente, ma che si estendeva anche in Medio Oriente e in Asia. Mentre il sontuoso piviale del Museo nazionale del Bargello, testimonia l'abilità raggiunta dagli artigiani nel corso del Quattrocento nell'uso della seta e dei velluti. Un focus particolare è inoltre dedicato all'intreccio fra l'arte tessile e pittorica documentato da alcuni dipinti del Duecento e Trecento, fra cui un Crocifisso del tardo XIII secolo. La mostra, curata da Cecilie Hollberg, direttrice della galleria fiorentina, è accompagnata da un catalogo edito da Giunti Editore.