Art e Dossier

ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg
ad-940-240-ad-sito-rivista-bacchetta.jpg

Art History: Ricerca iconografica

Bernardino da Siena

Nato da una famiglia patrizia nel 1380, Bernardino costruì una piccola cappella fuori dalla città per dedicarsi a una vita di severo ascetismo. Studiò legge a Siena ma nel 1400, a causa di un’epidemia di peste, si dedicò al soccorso e alla cura dei malati raggiungendo la determinazione di abbandonare i suoi averi ed entrare nell’ordine francescano. Divenuto predicatore viaggiò per l’Italia portando la parola di Cristo e, grazie al suo prestigio, gli vennero offerti tre vescovati che rifiutò preferendo continuare nella sua attività missionaria. Fu accusato di eresia dal papa Martino V a causa delle tavolette con inscritto il monogramma IHS ( prime tre lettere del nome greco di Gesù) che egli mostrava nelle sue predicazioni, ma fu infine scagionato e trionfalmente accolto a Roma, dove divenne il fondatore del “culto della devozione del nome di Cristo”, nato proprio dall’esibizione pubblica del nome di Cristo. Morì nel 1444. In genere Bernardino è rappresentato in abito francescano con una tavoletta o un sole con le lettere HIS, o con un cuore. Qualche volta sono dipinte le mitre episcopali che egli per tre volte rifiutò.