Art e Dossier

940-240-sito-rivista.png
940-240-sito-rivista.png

Art History: Ricerca iconografica

Noè

Figlio di Lamech, a sua volta discendente di Caino, Noè costituisce una delle più importanti figure bibliche patriarcali, nella quale si è voluto vedere una prefigurazione di Cristo. Le più antiche raffigurazioni iconografiche risalgono alla pittura catacombale e alla decorazione plastica dei sarcofagi del secolo III e IV: qui Noè appare sull'arca, in posa orante. Sin dai primi tempi del cristianesimo, egli è raffigurato come un uomo anziano e, in alcuni manoscritti medievali, con l'aureola. Gli attributi che possono accompagnarlo sono l'arca, la cornucopia, la vite e la colomba. Di questi attributi, l'arca divenne il simbolo stesso della Chiesa cristiana, in quanto mezzo per la salvezza. Gli episodi che coinvolgono la presenza di Noè sono i seguenti: la costruzione dell'arca, nella quale egli imbarca tutte le specie animali; il diluvio, che rappresenta l'annientamento della razza umana eccetto Noè; il sacrificio di Noè, in segno di ringraziamento verso Dio; l'ebbrezza di Noè, in cui il vecchio addormentatosi per aver bevuto del vino viene oltraggiato dal figlio minore Cam e ricoperto dai figli Sem e Iafet.