Art e Dossier

Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png

Art History: ricerca iconografica

Agar

Il personaggio di Agar appartiene alle storie dell'Antico Testamento: era la schiava egiziana di Sara, moglie sterile di Abramo. Non riuscendo ad avere figli da Sara per lungo tempo, Abramo generò con Agar il primogenito, Ismaele. Durante la gravidanza, temendo la furia di Sara, Agar fuggì nel deserto, ma un angelo la indusse a ritornare da Abramo. In seguito, Sara partorì Isacco, figlio legittimo ma minore e perciò schernito da Ismaele. Per punire Agar e suo figlio, essi vennero cacciati da Abramo e vagarono nel deserto di Bersabea. Qui la donna, ritrovatasi senz'acqua, per disperazione pose il bambino all'ombra di un cespuglio in attesa della morte. Un angelo udì il suo pianto e, inviato da Dio, giunse in suo soccorso, indicandole una fonte che prima era sfuggita alla sua vista. La cacciata di Agar è raffigurata nell'arte, nell'ambito dei cicli dedicati ad Abramo, sin dall'alto medioevo. Come scena a sé, "la cacciata di Agar" e "Agar e l'angelo" si incontrano tra i temi pittorici solamente a partire dal secolo XVI.