Art e Dossier

banner SAVE ART 2022_2.png
banner SAVE ART 2022_2.png

Art History: ricerca iconografica

Cena in Emmaus

Secondo il Vangelo di Luca, il giorno stesso della sua resurrezione Cristo apparve a due discepoli in cammino lungo la via per Emmaus, villaggio non lontano da Gerusalemme. Uno solo è noto con il nome di Cleopa (Cleofas). I due, ancora addolorati per la morte del loro maestro, nonostante avessero appreso la notizia del sepolcro trovato vuoto, non lo riconobbero perché - scrive l’evangelista - «i loro occhi erano come accecati». Giunti a destinazione, essi invitarono lo sconosciuto a trattenersi a cena. Una volta a tavola, Gesù prese il pane, lo benedisse e lo spezzò per distribuirlo ai presenti, così come aveva fatto durante l’Ultima cena. Solo allora venne riconosciuto e all’improvviso, così come era apparso, sparì. L’episodio evangelico si svolge in un’atmosfera di quotidiana intimità nell’interno umile e spoglio di una locanda. Talvolta, però, il prestigio dei committenti, spesso raffigurati all’interno della scena, richiedeva un’ambientazione più ricca sia nell’arredo, nelle vivande e stoviglie, sia nel numero dei servitori. Almeno uno dei due discepoli è di norma caratterizzato dal cappello a larghe falde e dal bastone da pellegrino. Cristo è invece raffigurato circonfuso di luce, mentre benedice e spezza il pane, nel tipico gesto eucaristico.