Art e Dossier

Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png

Art History: ricerca iconografica

Prospero

Santo vescovo e protettore di Reggio Emilia, fu venerato in tutto il nord e il centro Italia, soprattutto a Siena. Visse, secondo la tradizione, nel VII secolo, ma della sua vita non ci sono arrivate notizie precise. Venne spesso confuso con altri tre santi omonimi: Prospero, autore del De Permissionibus, Prospero, vescovo di Como nel VI secolo e Prospero d’Aquitania. Viene rappresentato come diacono, ma soprattutto come vescovo, senza barba, con un libro e benedicente. Tra le immagini più note vi è una tavola di Benozzo Gozzoli, conservata al Museo civico di San Gimignano (Siena), dove il santo è rappresentato in abiti vescovili, a mani giunte e inginocchiato accanto alla Vergine dell’umiltà, insieme a sant’Andrea e a due angeli.