Art e Dossier

Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png
Art-giuntiabbonamenti-940x240 (1).png

Art History: ricerca iconografica

Romeo e Giulietta

Si tratta dei due protagonisti della tragedia in cinque atti (in versi e in prosa) Romeo and Juliet scritta dal drammaturgo inglese William Shakespeare nel 1594-1595. La vicenda è ambientata a Verona e ha come sfondo l’antica inimicizia tra la famiglia Montecchi e quella dei Capuleti. Romeo Montecchi, recatosi a un ballo mascherato dei Capuleti, si innamora appassionatamente di Giulietta, appartenente alla famiglia rivale. Nascosto sotto il suo balcone, riesce a parlare con lei e scopre di essere ricambiato. Il giorno dopo, frate Lorenzo acconsente di unire i due giovani in un matrimonio segreto; poco dopo Romeo incontra Tebaldo, cugino di Giulietta, che lo offende nell’intenzione di provocare una rissa. Romeo rifiuta di battersi per il nuovo legame di parentela che ormai lo unisce alla famiglia dei Capuleti, ma Mercuzio, amico di Romeo, interviene e viene ucciso da Tebaldo. Romeo, allora, per vendicare l’amico uccide Tebaldo e viene bandito dal principe della città. Prima di fuggire a Mantova, Romeo passa la notte con Giulietta, che lascerà dopo un ultimo bacio all’alba. Intanto il padre di Giulietta vuole che la figlia sposi il conte Paride. Frate Lorenzo organizza allora uno stratagemma per salvare Giulietta e farla fuggire. Ella, alla vigilia delle nozze, berrà una pozione che le darà una morte apparente, così che al suo risveglio, all’insaputa di tutti, fuggirà da Romeo. Egli, all’oscuro di tutto, nel frattempo viene a sapere della morte della sua Giulietta. Dopo essersi procurato un potente veleno, corre a Verona, al sepolcro dell’amata, presso cui trova Paride che lo assale. Romeo, allora, è costretto a ucciderlo, dopo di che beve il veleno e muore all’istante. Giulietta si sveglia, vede Romeo morto e si pugnala. Frate Lorenzo, accorso troppo tardi, svelerà l’accaduto al principe e, davanti ai cadaveri dei due giovanissimi sposi, le famiglie Montecchi e Capuleti si riconciliano.