Art e Dossier

banner SAVE ART 2022_2.png
banner SAVE ART 2022_2.png

Art History: Ricerca iconografica

Figlie di Loth

La storia di Loth, nipote di Abramo, e delle sue due figlie è narrata nella Genesi (19, 30-38) ed è connessa con la distruzione delle due aberranti città di Sodoma e Gomorra. Mentre queste venivano colpite da zolfo e fuoco proveniente da Dio, fino a formare la depressione del Mar Morto, Loth con la moglie e le sue due figlie fuggivano tra le montagne. La moglie, nonostante fosse stata avvertita di non farlo, si girò a guardare e si irrigidì diventando una colonna di sale, le due ragazze, invece, stabilitesi in una caverna insieme al padre Loth, temevano di rimanere senza figli. Pensarono così di dare del vino al padre e di unirsi a lui, l’una la prima notte, l’altra la seconda, per assicurargli, così, una discendenza. Loth non si accorse di nulla e le donne rimasero incinte e partorirono due figli: Moab, padre del popolo dei Moabiti, e Ammon, padre degli Ammoniti, due stirpi che saranno in seguito avversarie del popolo di Israele. La rappresentazione di questo episodio biblico conobbe un certo successo soprattutto per le implicazioni sensuali e morbose che comportava.