Art e Dossier

Unknown.gif
Unknown.gif

Art Gallery

Elio Gervasi: biografia


Elio Gervasi è nato a Messina, vive e opera a Roma dal 1967. Ha studiato presso l’istituto statale d’arte di Roma. Sono stati suoi professori artisti come Fabrizio Moschetti, Eliseo Mattiacci, Mario Lucerna e altri. Ha cominciato a dipingere giovanissimo: nel 1965 ha esposto i suoi primi dipinti coloratissimi dovuti al particolare amore per l’arte popolare siciliana in special modo quella espressa nei carretti e nelle pitture votive. Da allora a continuato a dipingere esponendo le sue opere in tutto il mondo. A Roma a avuto modo di incontrare artisti come Renato Guttuso, Bruno Caruso, Antoni Corpora, Giuseppe Cesetti. Ha avuto critiche positive da vari giornalisti quali Vittore Querel, Toni Bonavita, John Hart, Romana Bagni, Franz Riccobono, Maria Teresa Prestigiacomo.

«La pittura di Elio Gervasi dichiarata naive ma che meglio sarebbe definire del sogno,della memoria, del ricordo formatosi nell’apprendimento appassionato delle tradizioni della Sicilia. Vivacità, allegria, serenità sono le senzazioni che trasmette la pittura di Elio Gervasi, pittura che a piene mani attinge al cromatismo mediterraneo, in un esplosione di luminosità tanto solare da sembrare quasi artificiale. Luce, mito, racconto dell’infanzia, tutti elementi quasi trasposti su di un piano figurativo dal sapore onirico. Sognare, volare su un paesaggio familiare ed ideale ad un tempo, senza mai rasentare il grottesco che il sogno a volte ispira. Una ingenuità capace, efficace nel rendere la scena che riecheggia il non esausto filone della pittura popolare siciliana, le tavolette votive, dove l’umano troppo umano si fondeva al divino, all’irrangiungibile sovrannaturale. Quindi pittura moderna ispirata dal mito, pittura ingenua nelle apparenze, ma colta nei contenuti, pittura immediata, ma consapevole delle potenzialità cromatiche della tavolozza.»

Franz Riccobono

Opere