Art e Dossier

Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg
Banner1_RobertoPapini_StefaniaPinsoneHD.jpg

La città di Firenze, nel contesto europeo di trasformazione politica e sociale del XV secolo, assume un ruolo fondamentale di rinnovamento della cultura e del linguaggio artistico che verrà chiamato Rinascimento, nel senso di una rinascita dell'arte in nome di una riscoperta dell'uomo e della natura e di un'ispirazione ai modelli della classicità greco- romana.

La natura morta è un genere artistico assolutamente tipico della mentalità europea tra Manierismo e Barocco, in cui il soggetto inanimato diventa protagonista autonomo della figurazione, senza alcun riferimento all'iconografia codificata religiosa o profana.
l famoso Canestro di frutta del giovane Caravaggio sarà un'opera precorritrice di quella che rimarrà, nel Seicento, soprattutto un'esperienza tipica del "realismo" nordico, olandese e tedesco.

La rappresentazione della musica (una delle sette Arti liberali) nella storia dell'arte ha un'iniziale legame con l'iconografia sacra della Santa Cecilia, la quale, come nella famosa Estasi di Santa Cecilia di Raffaello, è accompagnata da strumenti musicali, se non addirittura seduta davanti all'organo o mentre suona la viola da gamba, come nella Santa Cecilia di Domenichino.